PRINCIPI COSTITUTIVI

principi COSTITUTIVI

DIVENTA AFFILIATO

Art. 1 Definizioni

Nel presente Regolamento i termini citati hanno il significato corrente, a meno che il contesto non indichi altrimenti.

  1. DAI IMPRESA srl: ragione sociale che amministra il Gruppo omonimo la cui gestione risponde alla legislazione vigente in Italia.

  2. GRUPPO DAI IMPRESA (in seguito citata come DAI o Gruppo): nome del Gruppo delle P.Iva formato da persone che lavorano in proprio o che dirigono e/o rappresentano aziende (soci fondatori e affiliati).

MOTTO del Gruppo:

“I principi dell’associazione con le regole dell’impresa”.

  1. FRASE CELEBRE adottata dal Gruppo: “Riunirsi insieme significa iniziare;

rimanere insieme significaprogredire;

lavorare insieme significa avere successo”.
(Henry Ford)

PERCHÉ UNA SRL PER AMMINISTRARE UN GRUPPO SOLIDALE?

Come si evince dal motto, pur essendo convinti assertori dei principi e dei valori che animano le associazioni, purtroppo se ne conoscono anche i punti deboli. Innanzitutto, non sarebbe possibile iniziare un’attività così complessa senza i capitali necessari che permettano gli investimenti iniziali.

DAI IMPRESA è nelle condizioni di mettere in pratica i nuovi obiettivi che la società d’oggi richiede agli imprenditori che vogliono difendere e promuovere il proprio lavoro. Primo fra tutti: darsi una mano a vicenda, fare gruppo e combattere la crisi del momento, grazie anche al fatto che così si potranno conoscere nuovi potenziali clienti e amici; un nuovo modo di lavorare che risponde all’antico e universale concetto: “L’unione fa la forza”.

  1. DAI: Può essere letto anche come un acronimo (D.A.I.) che significa DIGNITÀ, AZIONE, ITALIA. DIGNITÀ come coscienza del valore morale del proprio operato che si esprime attraverso il lavoro. AZIONE come espressione e manifestazione di volontà consapevole degli effetti. ITALIA come riconoscimento del valore delle proprie origini e del radicamento territoriale che ci accomuna. Tutto questo perseguendo un’ottica di sviluppo economico e sociale consapevole.

  2. SCOPI

    1. Difendere il valore della persona e del lavoratore in proprio; promuovere la forza delle idee e del lavoro di gruppo; educare all’importanza dell’obiettività, della lealtà e della reciprocità; propulsori ideali ed efficaci anche dal punto di vista della rendita pratica di ogni attività all’interno della nostra società.

    2. Riunire tutti i titolari di P.Iva in ogni settore (professioni, commercio, artigianato, industria, mondo cooperativo e associazioni) al fine di favorire e difendere il lavoro in generale e di promuovere un approccio solidale all’interno e all’esterno del Gruppo.

    3. Incoraggiare e sviluppare relazioni proficue all’interno del Gruppo al fine di incentivare eventuali rapporti di lavoro.

    4. Coinvolgere l’opinione pubblica sui gravi problemi che affliggono il mondo del lavoro, offrendo la possibilità di essere protagonisti e quindi portavoce diretti dei bisogni reali degli imprenditori.

 

 

  1. Riqualificare i valori che da sempre regolano la vita sociale, in special modo quelli che concernono il rispetto della persona, la famiglia, la scuola, il lavoro, la correttezza nei

                    comportamenti.

  1. SOCI FONDATORI: i primi dieci iscritti (affiliati con P.Iva) al Gruppo DAI IMPRESA sono considerati SOCI FONDATORI.

  2. SOCIO ORDINARIO:

  3. COMUNITA’ DAI: fanno parte della Comunità tutti quelli che aderiscono o promuovono i progetti DAI

  4. CONSIGLIO DIRETTIVO: il Consiglio Direttivo del Gruppo è formato da 7 (sette) persone, 5 (cinque) SOCI FONDATORI (fra cui il Presidente) più altri 2 (due) fondatori o affiliati al GRUPPO DAI IMPRESA.

II Consiglio Direttivo ha il compito di elaborare gli obiettivi e di gestire le direttive generali del Gruppo.

II Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente qualora lo ritenga opportuno o su richiesta di almeno 5 (cinque) consiglieri.

Per la validità delle sue deliberazioni occorre la presenza della maggioranza dei Consiglieri (quattro) e del Presidente; in caso di parità il voto del Presidente risulterà determinante per le decisioni da adottare.

  1. CENTRO STUDI: raggruppa i vari organismi e/o commissioni nati all’interno del Gruppo con compiti diversi (Es.: Collegio dei referenti, Comitato Scientifico, ecc.).

  2. COMITATO ESECUTIVO: organo composto da 9 (nove) affiliati nominati dal CONSIGLIO DIRETTIVO per organizzare e coordinare quanto deciso. Il Comitato è coordinato da un Direttore nominato dal Consiglio Direttivo.

  3. COLLEGIO REFERENTI: ne fanno parte almeno uno per categoria merceologica al fine di avere all’interno più esperti di espressioni lavorative diverse (professionisti, commercianti, artigiani, industriali, amministratori pubblici) che potranno essere preziosi nel momento in cui serviranno pareri e consigli nelle varie materie. Il Collegio avrà a capo un Coordinatore nominato dal Consiglio Direttivo.

  4. COMITATO SCIENTIFICO: ne fanno parte soprattutto professionisti ed esperti del mondo del lavoro (commercialisti, avvocati, notai, economisti, consulenti d’investimento e per la sicurezza sul lavoro, giornalisti, imprenditori, industriali, ecc.).

Il Comitato Scientifico è diretto da un Coordinatore nominato dal Consiglio Direttivo.

Il Comitato si ritrova una volta al mese per individuare strategie e strumenti idonei al raggiungimento degli obiettivi prefissati fornendo, inoltre, studi e ricerche utili a eventuali dibattimenti con enti e figure giuridiche interessate.

 

 

Art. 2 Limiti territoriali

Non ci sono limiti territoriali di alcun genere

 

Art. 3 Scopi

Il Gruppo si propone di svolgere iniziative promozionali e di fornire servizi finalizzati alla crescita ed espansione delle attività degli appartenenti alla Comunità DAI.

In tal senso si intende: